Russi in Italia

Milano, Biblioteca Sormani

a cura di Raffaella Vassena

Corso di Porta Vittoria 6, 20122 Milano
Sito Internet

È la principale biblioteca del sistema delle Biblioteche Comunali di Milano. La sua Sezione Manoscritti ospita archivi di significativi personaggi della cultura milanese del Novecento. I materiali conservati, divisi in diversi fondi, spaziano da testi letterari a carteggi, documenti personali e ricordi, ritagli di giornale, fascicoli di rivista e materiali iconografici. A questi archivi si sono aggiunte negli anni singole donazioni provenienti da biblioteche private oppure acquisizioni fatte dalla stessa Biblioteca.
I materiali russi non sono molti. Nel Fondo Buzzi si segnala la presenza di una lettera di Eva Kuhn Amendola a Paolo Buzzi del 29 aprile 1915 da Roma. Nella lettera Eva Kuhn scrive a Buzzi dell'influenza che le sue opere, in particolare L'Ellisse e la Spirale, hanno avuto su di lei. Definisce la propria vita "un'opera futurista", che come tale merita attenzione. A questo riguardo confessa al suo interlocutore di aver scritto di getto nel 1914 un'autobiografia, intitolata Eva, la futurista, e di averla sottoposta al giudizio di Filippo Marinetti. Non avendo però suscitato alcuna reazione in quest'ultimo, aveva deciso di distruggere il manoscritto.
Altri materiali russi si trovano nel Fondo Stampati, un fondo virtuale che raccoglie volumi a stampa che presentano dediche autografe o postille: qui è conservato un volume di Paul Valery, intitolato Serge Lifar à l'opéra, defini par Paul Valery, parlé par Jean Cocteau, vécu par Serge Lifar, orné de croquis de mouvements par L. Pageot-Rousseaux (Paris, Thibault De Champrosay, 1943), con dediche autografe di Serge Lifar' a Carlo e Ilse Ciceri, che documentano la presenza dell'artista russo a Milano nel giugno 1951. Nello stesso fondo è conservato un volume di Igor' Stravinskij, intitolato Le message d'Igor Strawinsky (Lausanne, Librairie F. Rouge, 1948), con dedica autografa senza data dell'autore a Eugenio Montale: "A Monsieur Eugenio Montale hommage de l'auteur. Th. Strawinsky". Vi è infine un volume di K. Bal'mont, Visions solaires. Mexique, Egypte, Inde, Japon, Océanie nella traduzione di Ludmila Savitzky (Paris, Bossard, 1923), con dedica autografa dell'autore allo scrittore e giornalista Arrigo Cajumi, datata 5 dicembre 1922, Parigi.

Statistiche