Russi in Italia

Sergej Andreevič Gagarin


Luogo e data di nascita: Pietroburgo, 1887
Luogo e data di morte: America, 1941
Professione: diplomatico

Figlio del principe Andrej Grigor'evič (1855-1920), direttore dell'Istituto Politecnico di Pietroburgo e poi professore, e della principessa Marija Dmitrevna Obolenskaja (1865-1946). È segretario del II reparto politico (mediorientale) del Ministero degli Esteri dal 1914, nonché segretario della missione diplomatica russa a Costantinopoli. Sposa nel 1914 Ekaterina Evgen'evna Šuchova (1887-1938), da cui ha tre figli: Andrej (1914), Sergej (1918), Petr (1924). Subito dopo la rivoluzione si rifugia a Sinferopoli in casa di Apollinarij Konstantinovič Butenev (1879-1946), ex segretario dell'ambasciata russa a Londra ed ex funzionario del Ministero degli Interni, che poi vivrà in emigrazione a Parigi fino al 1935. Lì apprende "leggendo un giornale" di essere stato cacciato dal Ministero. Si reca a far visita alla zia, principessa Mar'ja Grigor'evna Raevskaja nata Gagarina, nella sua tenuta di Karasan.
Gagarin risulta in Italia negli anni 1920, 1921, 1923. Nel 1921 chiede di recarsi a Roma presso la principessa Gagarina e Madame Epifani, nata Gagarina, residenti in via Cicerone 42. Nel 1923 avrebbe alloggiato, invece, presso l'Ambasciata russa di Roma in via Gaeta. Nel periodo di permanenza in Italia viaggia in diverse città (è attestato un viaggio a Napoli) e si reca a Parigi.

Fonti archivistiche

Archivio Centrale dello Stato, Roma, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Affari generali e riservati, 1923, cat. A16, b. 24, f. 762, Gagarine Nicola, Sergio e famiglia.
IRLI RAN OR, f. 66, Archiv Gagarina G.G., ed. ch. 963, Gagarin S.A., kn., Pis'mo ego Gagarinoj (rod. kn. Obolenskaja) M.D., kn.

Giuseppina Giuliano


Indietro
Statistiche