Russi in Italia

Stepan Pavlovič Rjabušinskij


Luogo e data di nascita: Mosca, 5 giugno 1874
Luogo e data di morte: Milano, 19 settembre 1942
Professione: imprenditore, collezionista

Collezionista e imprenditore, discende da un'antica famiglia di vecchi credenti. Dopo aver terminato l'Accademia moscovita di scienze economiche, si occupa dell'azienda di famiglia: Tovariščestvo P. M. Rjabušinskogo s synovjami. Dal 1912 è membro del Consiglio direttivo della Banca di Mosca, nel 1916 è uno dei fondatori della Società automobilistica moscovita (AMO). Nel 1914 risulta possedere una delle più ricche collezioni di icone, di cui studia il restauro e la composizione. È tra i promotori delle mostre moscovite di arte antico-russa (1913) ed è membro onorario dell'Istituto Archeologico di Mosca. Dopo la rivoluzione del 1917 emigra e si stabilisce a Milano. La sua collezione di icone nel 1918-19 viene acquisita dal Gosudarstvennyj muzejnyj fond, e nel 1924-28 le icone migliori sono trasferite alla Galleria Tret'jakov. Si salva anche la sua residenza in via Malaja Nikitskaja, costruita nel 1900-1903 dall'architetto modernista F. O. Šechtel', in quanto venne donata da Stalin a Gor'kij che vi risiedette negli ultimi anni di vita (oggi casa-museo di Gor'kij).
A Milano è Presidente della Società italiana commercio tra i mari, ha un negozio di vendita di tessuti in p.zza Duomo 18, risiede in Via G. Arimondi, 12. Quando è costituita la Società Colonia Russa dell'Italia Settentrionale ne diviene presidente (cfr. ASMI, cart. 745, doc. 15 dicembre 1934).

Здание Банкирского дома Рябушинских на Биржевой площади в Москве
Edificio della Banca di Mosca

Pubblicazioni
Izobraženie Voskresenija Christova, «Cerkov'» 1908, n. 15.
O restavracii i sochranenii drevnich svjatych ikon, «Cerkov'» 1908, n. 50.
Ikona Bož'ej Materi Odigitrii Smolenskoj, Moskva 1913.

Nota
Nei documenti italiani si incontra come Riabouchinsky Stefano fu Paol

Fonti archivistiche

Archivio di Stato di Milano, Gab. Pref. I, cart. 745.

Sara Mazzucchelli
Scheda aggiornata il 6 marzo 2016



Residenza di Stepan Pavlovič Rjabušinskij, costruita nel 1900-1903 a Mosca in via Malaja Nikitskaja, 6 dall'architetto F. O. Šechtel', in cui erano conservate le prezione icone collezionate dal padrone di casa.



Stepan Rjabušinskij con la moglie e la figlia Elena in Russia.
Gli eredi di Elena (1902—2000) vivono ancora a Milano e portano il cognome Rijoff
fotki.yandex.ru




Indietro
Statistiche