Russi in Italia

Nikolaj Nikolaevič Alekseev


Luogo e data di nascita: Mosca, 1 marzo 1895
Professione: giornalista
Residenza: Roma, Via Lorenzo il Magnifico, 84

È documentata la sua presenza in Italia tra il 1939 e il 1942, quando viene disposto il suo internamento nel campo di concentramento di Corropoli (Teramo) il 30 marzo 1942.
Ha soggiornato a lungo in Francia, dove è stato corrispondente della rivista "Vozro×denie". Arrestato il 24 aprile 1936, è trattenuto per 14 mesi in carcere con l'accusa di spionaggio a favore della Germania; condannato all'espulsione il 13 aprile 1937, è poi assolto dal Tribunale di guerra francese il 18 giugno 1937. Dopo un periodo trascorso in Svizzera arriva in Italia.

In una nota della Polizia politica del 12 luglio 1939 da Milano si legge:

"segnalo un certo Alexeieff, giornalista russo, costui appena arrivato in Italia venne a Milano, dove ebbe alcuni incontri col noto Zabello, capo del partito della Nuova Generazione, dopo qualche giorno andò a Como non si sa per quale ragione. Ora l'Alexeieff si trova a Roma ed è in relazione con Tommaso Napolitano, Presidente dell'Anticomintern. L'Alexeieff gode della massima fiducia e ha anche scritto un articolo sul "Popolo d'Italia" (...). Il suo indirizzo lo si può avere alla Chiesa russa di Roma o presso il Napoletano".

Dai documenti della Polizia politica fascista si ricava inoltre che ha esercitato "la professione di giornalista con lo pseudonimo di Alì-Babà", che dagli emigrati russi era ritenuto "un agente bolscevico", che forse era stato invischiato nel rapimento del generale zarista A. P. Kutepov, che aveva saputo prima di altri "tutti i dettagli della romanzesca fuga in America dell'incaricato d'affari sovietico Leon Helfant" e che appunto in questa occasione aveva svelato "i suoi personali rapporti col segretario dell'Ambasciata degli USA Alan Rogers".

Da molti a Roma è ritenuto una "persona misteriosa"; i suoi modi e il suo sistema di vita danno adito a non pochi sospetti; frequenta locali publici, fa visite agli amici, spende senza problemi. Secondo alcuni fa affari commerciali e s'occupa della vendita all'estero di pellicole cinematografiche italiane. Secondo altri fa l'informatore, o degli americani, o degli italiani (l'OVRA in un promemoria del 1942 ammette: "Alexeyeff Nicola dava effettivamente informazioni a noi").

Nota
Nei documenti italiani si incontra come Nikolaj Nikolaevich Alekseev, Alexejef, Alexeyeff, Alexeieff,

Fonti archivistiche
Archivio Centrale dello Stato, Divisione Polizia Politica, Fascicoli personali, b. 4, f. Alekseew.

Vladimir Keidan
Scheda aggiornata il 18 settembre 2010


Indietro
Statistiche