Russi in Italia

Nikolaj Aleksandrovič Berdjaev


Luogo e data di nascita: Kiev, 1874
Luogo e data di morte: Clamart, 1948
Professione: filosofo, pubblicista

Visita l'Italia nel 1911 e nel 1923. L'incontro con l'Italia durante il primo viaggio è uno dei più importanti eventi della sua vita artistica:

"ho vissuto l'Italia in maniera forte e acuta. Lì ho scritto parte del libro Smysl tvorčestva. Mi sono venuti in mente tanti pensieri sull'arte del Rinascimento (...) Tutta l'atmosfera dell'Italia, non dell'Italia moderna, ma di quella del passato, mi ha dato l'ispirazione di scrivere questo libro. Ho vissuto in Italia momenti di grande gioia (...) Ho lasciato l'Italia con tristezza. Sono tornato in un Italia ormai completamente diversa, fascista".

Dalla primavera del 1918 è membro insieme a A. Veselovskij, Vjač. Ivanov, P. Sakulin e altri del "Sojuz duchovnogo obščenija meždu intelligenciej Rossii, Francii i Italii" e dell'"Obščestvo instituta ital'janskoj kul'tury Lo Studio Italiano". Nel novembre 1923 tiene una lezione nel ciclo di letture sulla Russia organizzato presso l'Istituto per l'Europa orientale di Roma da E. Lo Gatto. Tornato a Berlino scrive al suo corrispondente: "Se dovessi lasciare la Germania, più di tutto sogno di trasferirmi in Italia. Ma è difficile che ciò avvenga". Da Berlino il filosofo si trasferisce a Parigi, dove vive e lavora gli ultimi venti anni della sua vita.

Pubblicazioni
Samopoznanie (Opyt filosofskoj avtobiografii), Paris 1949.
Čuvstvo Italii, «Birževye vedomosti», utr. vyp. 2 ijulja 1915.
Filosofija neravenstva, Moskva 1990.

Bibliografia
Gercyk E., Vospominanija, Moskva 1996.
Galuškin A. Ju., Literaturnaja žizn' Rossi 20-ch gg., t. I, č. 1, Moskva 2005.
Vadimov A., Žizn' Berdjaeva: Rossija, Berkeley 1993.

Fonti archivistiche
Centro studi Vjačeslav Ivanov, Roma. Archivio di Vjačeslav Ivanov, Opere in versi: autografi I.
Fondazione Giorgio Cini, Venezia. Archivio Signorelli, Corrispondenza Berdjaev.

Andrej Šiškin



Indietro
Statistiche