Russi in Italia

Nikolaj Aleksandrovič Berdjaev


Luogo e data di nascita: Kiev, 1874
Luogo e data di morte: Clamart, 1948
Professione: filosofo, pubblicista

Visita l'Italia nel 1911-1912 e nel 1923. L'incontro con l'Italia durante questo primo viaggio è uno dei momenti più importanti della sua vita di pensatore:

"ho percepito l'Italia acutamente, con forza. Lì ho scritto parte del libro Il significato della creazione (Smysl tvorčestva). Mi sono venuti in mente molti pensieri sull'arte del Rinascimento <...> Tutta l'atmosfera dell'Italia, non dell'Italia moderna, ma di quella del passato, mi ha dato l'ispirazione di scrivere questo libro. Ho vissuto in Italia momenti di grande gioia" (N. Berdjaev, Samopoznanie, pp. 229-230).

Nel febbraio 1912 lo raggiunge a Roma Evgenija Gercyk, che considera “una delle donne più notevoli dell’inizio del XX secolo, raffinata, colta, permeata di spirito rinascimentale” (N. Berdjaev, Samopoznanie, p. 153); insieme girano per chiese e basiliche alla ricerca dei mosaici paleocristiani, poi si recano per qualche giorno a Firenze.

Dalla primavera 1918 insieme a A.N. Veselovskij, Vjačeslav Ivanov, P.N. Sakulin e altri partecipa alle attività della “Unione per il dialogo intellettuale tra Russia, Francia e Italia” (Sojuz duchovnogo obščenija medu intelligenciej Rossii, Francii i Italii, che ebbe breve vita) e della “Società di cultura italiana” (Obščestvo ital’janskoj kul’tury) Lo Studio Italiano (19181923). Nel 1919 il suo articolo L’anima della Russia (Duša Rossii) è pubblicato sulla rivista “La voce dei popoli”, organo della Giovane Europa, di cui è animatore Umberto Zanotti Bianco (ristampato anche nel volume di Anna Kolpinskaja-Mislavskaja I precursori della rivoluzione russa, Roma, La Voce, 1919).

Il 22 settembre 1922 insieme alla moglie Lidija Rapp (1871-1945) è esiliato dalla Russia sovietica sul cosiddetto “bastimento dei filosofi”, si stabilisce a Berlino, dove svolge un’attività frenetica: ospita nel suo appartamento un circolo religioso-filosofico, cui aderiscono molti giovani emigrati, è membro del “Club degli scrittori russi” che si riunisce in uno dei caffè berlinesi della Nollendorfplatz e partecipa alle riunioni (ne facevano parte tra gli altri Andrej Belyj, Vladimir Nabokov, Michail Osorgin, Mark Aldanov), nel novembre 1922 grazie all’aiuto della società cristiana ecumenica YMCA (Young Men's Christian Association) fonda l’Accademia religioso-filosofica russa.

Nel novembre 1923 su invito di Ettore Lo Gatto e del Comitato di soccorso agli intellettuali russi prende parte al ciclo di conferenze sulla Russia, organizzato presso l'Istituto per l'Europa orientale di Roma e tiene una lezione L’idea religiosa russa (Russkaja religioznaja mysl’), poi pubblicata sulla rivista “Russia” (Conferenze di russi sulla Russia a Roma // Russia. 1923. № 3–4. Р. 505–528).

Tornato a Berlino scrive ad Olga Resnevič Signorelli: "Se dovessi lasciare la Germania, più di tutto sognerei di trasferirmi in Italia. Ma è difficile che ciò avvenga" (14 novembre 1923). Infatti da Berlino nel 1924 il filosofo si trasferì a Parigi, dove visse e lavorò per oltre vent’anni.

 

Pubblicazioni

Бердяев Н.А. Чувство Италии // Биржевые ведомости. 2.7.1915. Утренний выпуск http://yakov.works/library/02_b/berdyaev/1915_198.htm

Berdiaev N. L’anima della Russia // La voce dei popoli. 1919. № 10–11. Р. 37–61.

Berdiaev N. // Kolpinska A. I precursori della Rivoluzione Russa. Con un saggio su «L’anima della Russia» di Nicola Berdiaev e un apprendice su «La Russia e il principio di nazionalità» di Umberto-Zanotti-Bianco. Roma: La Voce. Società Anonima Editrice, 1919. P. 7–41.

Berdiaev N.А. «La Chiesa vivente» e la rinascita religiosa della Russia // L’Europa Orientale. 1923. № 8. Р. 439–449.

Berdiaeff N. Il cristianesimo e la vita sociale. Bari: G. Laterza & Figli, 1936.

Il problema del comunismo. Brescia: Vittorio Gatti, 1937.

Berdjajev N. La concezione di Dostojevskij. Torino: G. Einaudi editore, 1945.

Самопознание: Опыт философской автобиографии. Париж: YMCA-Press, 1949.

Berdjaev N.A. Schiavitù e libertà dell’uomo. Milano: Ed. di Comunità, 1952.

Berdjaev N.A. Regno dello Spirito e Regno di Cesare. Milano: Ed. di Comunità, 1954.

Переписка Н. Бердяева с Ольгой Синьорелли / публ. А. Шишкина // Русско-итальянский архив IX. Ольга Ресневич-Синьорелли и русская эмиграция: переписка. Сост. и ред. Э. Гаретто, А. дАмелия, К. Кумпан, Д. Рицци. 2 voll. Salerno: Collana di Europa Orientalis, 2012. Т. 1. C. 139–150.

 

Bibliografia

"Взаимопонимание". Акты Союза духовного общения между интеллигенцией России, Франции и Италии. Мoskva, 1918.

Герцык Е. Воспоминания. Paris: YMCA-Press, 1973.

Бердяев: Рro et contra / сост., примеч., библиогр. А. Ермичева. СПб.: Изд-во Русского Христианского гуманитарного ин-та, 1994.

Бердяева Л. Ю. Профессия: жена философа / сост., авт. предисл.ю и коммент. Е. В. Бронникова. М.: Мол. гвардия, 2002.

Литературная жизнь России 1920-х годов: события. Отзывы современников. Библиография / отв. ред. А.Ю. Галушкин. М.: ИМЛИ РАН, 2005. Т. 1. Ч. 1: Москва и Петроград. 1917–1920 гг.


Andrej Šiškin

Scheda aggiornata il 14 febbraio 2021



La pensione Lucchesi sul Lungarno della Zecca Vecchia a Firenze, dove Berdjaev soggiorna nel nov.-dicembre 1911



La pensione Kaiser in Via Sallustiana, 38 a Roma, dove Berdjaev si ferma nel gennaio-febbraio 1912



Nikolaj Berdjaev con la moglie Lidija (anni Dieci)



Indietro
Statistiche