Russi in Italia

Nikolaj Georgievič lejfer


Luogo e data di nascita: Oranienburg, 6 dicembre 1864
Luogo e data di morte: Roma, 30 agosto 1940
Professione: diplomatico, scultore, Consigliere di Stato

È figlio dell’ingegnere militare e generale Georgij Ivanovič Šlejfer (1828-1894). Dai ricordi dei contemporanei è descritto come una personalità molto colta e dotata sul piano artistico, che tuttavia obbedendo alla volontà paterna sceglie la carriera diplomatica. All’inizio del secolo è a Francoforte, dove nasce nel 1905 il figlio Jurij. Affascinato dall’arte e dalla cultura tedesca, crea in questo periodo il busto del Granduca Konstantin Romanov, il monumento di Badenweiler ad Anton Čechov (1908) e il monumento di Taškent al primo generale governatore del Turkestan K.P. von Kaufman (1913).

Inviato in Italia, è viceconsole a Catania dal 1913 al 1916, poi console a Napoli. Continua ad occuparsi del consolato russo in quel difficile momento di passaggio tra le rivoluzioni del 1917 e l’arrivo dei rappresentanti della Russia bolscevica. Nel dicembre 1917 presenta al prefetto di Napoli la dichiarazione, intitolata La colonia russa di Napoli contro il tradimento, inviata all’ambasciata zarista di Roma da parte dei russi residenti a Napoli e Capri, che si dichiarano contrari al rivolgimento bolscevico (la dichiarazione è pubblicata anche sulla rivista “L’epoca” il 2 gennaio 1918).

Lasciato il servizio diplomatico nel 1924, quando il governo italiano riconosce la Russia sovietica, si trasferisce a vivere a Roma con la moglie Elena Nikolaevna Rat’kova-Ronova (San Pietroburgo, 25 luglio 1867 – Roma, 8 novembre 1954) e il figlio Jurij. Nella capitale mantiene i rapporti con i connazionali, frequenta la biblioteca Gogol' e partecipa alle sue attività, entra in contatto con la famiglia di Vjačeslav Ivanov. Ormai in pensione forzata riprende la sua attività artistica, partecipa alle mostre, esegue ordinativi di privati, sostiene gli artisti russi esuli in Italia.


Fonti archivistiche

Il Vittoriale degli Italiani, Gardone. Archivio generale.
Centro Studi Vjaceslav Ivanov.

ASMAE. Archivio Politico. 1915–1918. B. 174. F. Russia. Rapporti politici.

Archivio di Stato di Napoli. Gabinetto Prefettura.

РГИА. Ф. 789. Оп. 11. 1888 г. Д. 11.


Nella foto il busto del Granduca Konstantin Romanov, da lui realizzato nei primi anni del Novecento.


Antonella d'Amelia

31 gennaio 2021




N. G. Šlejfer. Busto di Stepan Osipovič Makarov (1906), vice-ammiraglio e oceanografo



N.G. Šlejfer, Ritratto dell'imperatore Nicola II (1896)



Indietro
Statistiche