Russi in Italia

Anastasija Nikolaevna Zabello


Luogo e data di nascita: Pietroburgo, 27 gennaio 1876
Luogo e data di morte: Milano, 9 febbraio 1968

Figlia di un consigliere di Stato, il senatore Nikolaj Grave (1836–1908), e moglie dell'assessore Evgenij Vladimirovič Zabello (1864–1913), scampa per miracolo alla fucilazione nel 1918: dopo l'arresto e la sentenza di morte a Kiev, riesce a fuggire con i figli Vladimir (1900–1919) e Nikolaj (1911–2010) a Mosca, dove grazie all'aiuto di Aleksandra Kollontaj, sua compagna di studi, vive per qualche anno, nella capitale sovietica Nikolaj comincia le scuole, ma presto viene isolato come elemento socialmente estraneo. Nel 1923 decide di emigrare con il figlio minore (il maggiore Vladimir, soldato dell'Armata bianca, è verosimilmente morto in battaglia) e si stabilisce con Nikolaj in Italia – prima a Roma presso il console Georgij Zabello, successivamente nel 1925 a Firenze e infine nel 1937 a Milano, dove il figlio Nikolaj lavora alla Siemens. Nel 1946 Nikolaj sposa in seconde nozze Erminia Poli e dal loro matrimonio nascono Marina (1950) e Evgenij (1955). Degli anni milanesi scrive dettagliatamente Nikolaj Zabello nelle memorie: Storia della mia famiglia (Almanach "Berega" 2011. № 14, pp. 23–28).


Fonti archivistiche
Archivio centrale dello Stato, Roma, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Affari generali e riservati, PolPol. B. 1465. F. Zabiello Nicola di Eugenio.

Vladimir Kejdan
Scheda aggiornata al 5 novembre 2018



Anastasia Nikolaevna con il marito, Evgenij Vladimirovič Zabello
http://forum.vgd.ru/file.php?fid=35442&key=1426661817



Nikolaj Zabello, secondo figlio di Anastasija e Evgenij
http://forum.vgd.ru/file.php?fid=35441&key=586119203

Indietro
Statistiche