Russi in Italia

Jakov Moiseevič Fiman


Luogo e data di nascita: Odessa, 11 aprile 1887
Luogo e data di morte: Mosca, 16 luglio 1961
Professione: rivoluzionario, chimico

È uno dei leader del Partito dei socialisti rivoluzionari. Sfugge alla deportazione in Siberia attraverso la Cina e nel 1911 arriva in Italia, dove vive a Napoli e Roma fino al 1917.

A Napoli si laurea alla Facoltà di Chimica, insegna alla Scuola Politecnica dell’Università Federico II e all’Università di Roma.

Dopo il 1917 rientra in Russia, nel 1918 è uno degli organizzatori dell’assassinio dell’ambasciatore tedesco, conte Wilhelm von Mirbach, successivamente passa al Partito comunista, diventa il primo direttore del Voenno-chimečeskoe upravlenie (Ufficio chimico-militare) dell’Armata rossa.

Viene una seconda volta in Italia nel 1921 all'interno della delegazione commerciale guidata da Vaclav Vorovskii, insieme a Nikolaj Zeddeler è il referente dei servizi segreti sovietici, fino al 1922 - quando viene trasferito in Germania - è il primo attaché dell'ambasciata.

 

Link

http://rulife.ru/mode/article/899/

 

Jaroslav Leont'ev



Indietro
Statistiche