Russi in Italia

Nikolaj Michajlovič Guščin


Luogo e data di nascita: Neljubinskaja [gov. di Vjatka], 22 novembre 1888
Luogo e data di morte: Saratov, 4 dicembre 1965
Professione: pittore, incisore, scultore, restauratore

Figlio di un insegnante di campagna, trascorre l'infanzia e la giovinezza a Perm'. È allievo tra il 1910 e il 1917 di Konstantin Korovin e Sergej Maljutin all'Istituto di pittura, scultura e architettura di Mosca; dopo aver insegnato tra il 1917 e il 1918 all'Accademia di Belle Arti di Perm', emigra nel 1919 in Cina, dove espone in diverse città. Nel 1922 si trasferisce a Parigi e nel 1934 nel Principato di Monaco. Espone, oltre che nella capitale francese, anche in diverse città della Costa Azzurra, a Londra e in Germania. I suoi quadri raffigurano soggetti simbolici e fantastici di ispirazione impressionista, ma esegue anche ritratti e incisioni, e si dedica all'arte applicata.
Nell'ottobre 1938 fa recapitare a Mussolini tramite il consolato italiano del Principato di Monaco "in segno di omaggio" un suo dipinto a olio raffigurante una testa di Cristo coronata di spine. L'opera, già esposta al XVII Salone del Principato di Monaco, viene giudicata "pregevole" e trasferita a villa Torlonia il 29 novembre di quell'anno. All'artista si fa recapitare "una opportuna parola di ringraziamento a nome del DUCE". Nel settembre 1939, il pittore si trasferisce a Roma con l'intento di "eseguire un ritratto del Duce o di persona della Sua famiglia", ma il segretario particolare di Mussolini, Osvaldo Sebastiani, commenta che nelle difficoltà del momento storico non è il caso di dar seguito al desiderio dell'artista russo.
Nel 1947, ottenuta la cittadinanza sovietica, fa ritorno in Russia, dove lavora come restauratore nel museo di Saratov, continuando però a dipingere paesaggi e quadri di ispirazione politica e lirico-filosofica. L'archivio personale di N. M. Guščin si conserva al Saratovskij Gosudarstvennyj Chudožestvennyj Muzej imeni A. N. Radiščeva.

Link utili
http://magazines.russ.ru/volga21/2008/3/bo92.html

Bibliografia
L. Cappatti, N. Guschin et sa mystique du portrait, Nice, 1942.
D. Ja. Severjuchin, O. L. Lejkind, Chudožniki russkoj emigracii (1917-1941). Biografičeskij slovar', Spb. 1994, pp. 180-181.
M. Bogadel'ščikova, Vokrug Guščina, "Volga-XXI vek", 2008 n. 3-4.

Fonti archivistiche
Archivio Centrale dello Stato, Segreteria particolare del duce, Carteggio ordinario, f. 188.635.

Nella foto N. M. Guščin nel suo studio a Montecarlo (1947).

Giuseppina Giuliano



N. M. Guščin in una foto dell'inizio del Novecento
http://www.radmuseumart.ru/news/index.asp?page_type=1&id_header=3321



N. M. Guščin, Skazočnyj les
http://www.radmuseumart.ru/pages/index.asp?id_pages=438&id_header=6



N. M. Guščin, Berezanka
http://www.radmuseumart.ru/pages/index.asp?id_pages=438&id_header=6



Indietro
Statistiche