Russi in Italia

Grigorij L’vovič Kirdecov


Luogo e data di nascita: Luga (prov. di Pietroburgo), 1880
Luogo e data di morte: URSS, non prima del 1940
Professione: giornalista, traduttore

 

Il vero nome è  Lev (Lejba) Dvoržeckij o Dvoreckij. Vive in Italia prima del 1906, studia legge a Roma. Per un periodo insegna russo alla Berlitz School di Torino. Nel 1906 è corrispondente per l’«Avanti!» da San Pietroburgo, da dove invia nume­rosi articoli sulla rivoluzione russa firmandosi H. Kyrdetzow. In settembre, quando sembra che sia stato arrestato a San Pietroburgo, il giornale pubblica queste informazioni sul suo conto: "Il suo vero nome è J.E. Fitz-Patrick, di origine irlandese, suddito inglese, vivente a Pie­troburgo col passaporto dell’Ambasciata dell’Inghilterra. Egli non è quindi suddito russo e non può essere arrestato… abbiamo telegrafato all’ambasciata inglese a Pie­troburgo, ma occorre la solidarietà e la protesta di tutta la stampa internazionale" (Schermaglie di rivoluzione. Il corrispondente dell’“Avanti!” arrestato a Pie­tro­bur­go. H. Kyrdetzow arrestato, «Avanti!», 18 settembre 1906, p. 1).

Liberato in circostanze misteriose, su cui raccoglie informazioni l’am­basciatore italiano in Russia Giulio Melegari (ASMAE. P, 1891-1916. B. 728. F. Calvino, Caffi, Levine), torna a scrivere per l’«Avanti!». Dal 1906 al 1910 è spesso in Italia: nel 1908 è a Roma, dove Boris Zajcev racconta di averlo incontrato e di avergli prestato del denaro (Da­lekoe, Washington 1965, p. 161); nel 1910 conosce Gabrie­le D’Annunzio a Milano, gli scrive una lettera da Venezia da cui si evince che risiede tra Milano, Torino e Venezia. Nello stesso periodo traduce una serie di libri italiani in russo, tra cui il volum di Arturo Labriola, Reformizm i sindakalizm (Sankt-Peterburg, Šipovnik, 1907, con introduzione dell’autore e postfazione di Anatolij Lunačarskij).

Dal 1910 e durante la Prima guerra mondiale è corrispondente da Co­penhagen del giornale «Birževye vedomosti», prima del 1917 collabora con l’Enciclopedia ebraica e con «Russkaja Volja». Nel 1918 lascia la Russia, vive in Danimarca e Cecoslovacchia, nell’estate del 1919 si trasferisce a Revel’, dove dirige l’ufficio per la stampa e la propaganda del governo antibolscevico di Nikolaj Judenič, ed è redattore insieme ad Ale­k­sandr Kuprin di «Svobodnaja Rossija», che in seguito prende i nomi di «Svoboda Rossii» e «Za svobodu Rossii» (1919-1921). Su questo periodo e sul proprio ruolo politico nel governo di Judenič scrive un libro di memorie pub­blicato a Berlino nel 1921: U vorot Petrograda (Alle porte di Pietro­grado).
Nell’estate del 1921 emigra a Berlino, dove si unisce alla corrente degli smenovechovcy, di cui dirige il quotidiano «Nakanune» (dal marzo 1922 all’ottobre 1923). In seguito passa al servizio dei bolscevichi, divenendo ca­po ufficio stampa dell’ambasciata sovietica a Berlino, e nel marzo 1924 con lo stesso incarico giunge a Roma (Asmae, DG Personale, Russia 1923-1927). Nell’ottobre 1925 è sostituito da Samuil Pevzner.

Rientrato poco dopo a Mosca, è impiegato nel servizio stampa del Com­missariato del popolo per gli Affari Esteri e direttore di «Meždunarodnaja žizn’», organo ufficioso del Narkomindel, per cui scrive spesso articoli sul­l’Italia, di cui è considerato buon conoscitore anche dal Komintern (ACS, PS. Polizia Politica. B. 685. F. Kirdezov Gregorio). Nel 1933 lavora per il Narkomzem (Commissariato dell’agricoltura), di cui cura la pubblica­zione di un bollettino, nel 1934 passa alla redazione della Sovetskaja Enciklopedija.

Arrestato nel 1936 a Kislovodsk e una seconda volta nel 1938 per atti­vità antisovietica, è condannato a otto anni di lavori forzati. Gli ultimi docu­menti noti sulla sua detenzione risalgono al 1940. È riabilitato nel 1957.


Fonti archivistiche

Archivio Centrale dello Stato, Roma. PS. PolPol. B. 685. F. Kirdezov Gregorio.

ASMAE. DGP X. Russia 1923–1927.

Il Vittoriale degli italiani, Gardone Riviera. Archivio Generale.

 

Bibliografia

Зайцев Б. Далекое. Вашингтон, 1965. С. 161.

Квакин А.В. Между белыми и красными: русская интеллигенция 1920–1930 годов в поисках Третьего Пути. М.: Центрполиграф, 2006.


Note

Nei documenti italiani si incontra con il nome Kirdezov Gregorio, Kyrdetzow H., Dworetzky Gregorio.

 

Agnese Accattoli
Scheda aggiornata al 3 novembre 2018

 

 



Copertina del suo libro di memorie Alle porte di Pietrogrado (Berlino 1921)



Copertina del libro di Arturo labriola Reformizm i sindakalizm, tradotto da Kirdecov (Spb. 1907)



Pagina del giornale redatto da Kirdecov con Aleksandr Kuprin "Svoboda Rossii" (1918, n. 18)



Indietro
Statistiche