Russi in Italia

SocietÓ di soccorso per bisognosi e ammalati dalla Russia



Nel marzo 1909 si costituisce a Nervi una società per assistere i profughi russi poveri residenti nella zona, molti dei quali ammalati. A prendere l'iniziativa sono il medico Abram Solomonovič Zalmanov "l'anima dei terroristi russi residenti a Nervi", il suo collega Viktor Evseevič Mandel'berg e il giornalista Boris Nikolaevič Nelidov, arrivato da Mosca all'inizio del 1909. Per raccogliere fondi e adesioni presso i russi benestanti, l'associazione diffonde un appello in russo in tutta la Riviera, di cui si conserva una copia a stampa, firmata dai promotori, presso l'Archivio Centrale dello Stato di Roma. Nei documenti della Prefettura di Genova, l'associazione è definita in vario modo (Società dei russi di Nervi, Società russa di beneficienza, ecc.) ed è verosimile che il sodalizio confluisca o si trasformi nel Comitato di soccorso dei poveri russi nella Riviera del Levante, di cui nel 1910 Mandel'berg è nominato presidente.
Il comitato promuove iniziative culturali e mondane ("conferenze, feste e sottoscrizioni") e alla fine del 1911 si è già dotato di una serie di strutture: una libreria russa, un ufficio d'informazioni, una casa editrice e un organo di stampa. La rivista di divulgazione scientifica "Echo Riv'ery" (L'eco della Riviera), bisettimanale bilingue italiano-russo, nasce per incentivare l'affluenza russa nelle stazioni climatiche italiane: "aiuterà i medici russi e i nostri compatrioti a farsi un concetto esatto delle stazioni climatiche dell'Italia e dei metodi di cura ivi praticati e faciliterà la soluzione della complicata questione del soccorso ai malati" (una copia del primo numero del giornale è conservata l'Archivio Centrale dello Stato di Roma (ACS, Ministero dell'Interno, DgPs, 1911, A11, b. 6, f. Nervi). Al periodico, diffuso gratuitamente "in decine di migliaia di numeri", collaborano illustri medici italiani, come L. M. Bossi (direttore dell'Istituto di ginecologia dell'Università di Genova) e C. Baduel (direttore dell'Ospedale civile di Assisi, docente di patologia medica a Siena e di patologia speciale medica a Firenze). Il giornale esce per la prima volta il 1 novembre 1911: direttore G. M. Chorišman, edizioni della Società editrice russa, stampate a Davos in Svizzera. La sede della redazione è a Genova, in via Caffa 14, allo stesso indirizzo della società "Soccorso", il primo ufficio d'informazioni russo in Italia, che a Nervi ha una filiale presso la Biblioteca Internazionale (russa) di via del Pozzo, 72: "L'ufficio ha iniziato l'edizione di una serie di Guide dell'Italia in lingua russa. Esso ha già messo alle stampe una Guida di Genova e delle due Riviere Italiane con ampie informazioni intorno alle condizioni climatiche della Riviera. Sono in preparazione le Guide di Firenze, Roma, Napoli, Milano e dei Laghi dell'Alta Italia"  (Lettera della Società editrice russa, Genova 5 ottobre 1911. ACS, Ministero dell'Interno, DgPs, 1911, A11, b. 6, f. Profughi russi).

Testo dell'appello della Società di soccorso per bisognosi e ammalati dalla Russia
Tra gli infermi russi che vengono annualmente a Nervi, moltissimi sono bisognevoli di soccorso, la loro posizione in una stazione climatica, ove i generi di vitto e gli alloggi sono costosi, è penosissima. Contare sulla beneficienza dei singoli è impossibile, onde la società di soccorso si propone di ovviare a tale fatto, aiutando i propri connazionali poveri con un soccorso regolarmente organizzato.
Ci permettiamo di sperare che non rifiuterete alla Società il vostro concorso, iscrivendovi tra i suoi membri e portandovi il vostro obolo.
Le offerte di denaro e di oggetti saranno prese in consegna dai membri dell'amministrazione della Società: dott. A. S. Zalmanov, dott. V. E. Mandel'berg, B. N. Nelidov, presso la Biblioteca.
Nervi, 25 marzo 1909.

Bibliografia
A. Tamborra, Esuli russi in Italia dal 1905 al 1917. Riviera Ligure, Capri, Messina, Soveria Mannelli (Cz), Rubettino, 2002, pp. 64-65.

Fonti archivistiche
Archivio Centrale dello Stato, Roma, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Ufficio riservato, 1909, cat. Affari diversi, b. 1, f. Nervi.
Archivio Centrale dello Stato, Roma, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Affari Generali e Riservati, 1911, cat. A11, b. 6, f. Nervi - Colonia russa.

Agnese Accattoli
Scheda aggiornata al 7 febbraio 2012


Nervi all'inizio del Novecento


Indietro
Statistiche