Russi in Italia

Ufficio della stampa russa



L’Ufficio o Bureau della stampa russa viene istituito a Roma nel settembre 1917, con sede in via Due Macelli n. 66, diretto da Konstantin Ketoff, Vsevolod Šebedev e Mark Šeftel’.
L’Ufficio, considerato l’agenzia di stampa ufficiale del Governo provvisorio russo, lavora un solo anno con il sostegno dell’Ambasciata di Russia a Roma, che ne dichiara gli scopi in questi termini: “Le but de cet bureau poursuit est, d’un part, de donner à la presse italienne des renseignements et des nouvelles véridiques sur tous les côtés de la vie russe, sa politique, son état économique, les événements qui s’y passent, et de l’autre de tenir l’Ambassade au courant des opinions exprimées par la presse italienne” (6 settembre 1917).
L’Ufficio pubblica un «Bollettino quotidiano di informazioni», di cui è direttore Konstantin Ketov Kreinert, corrispondente dell’Agenzia telegrafica di Pietroburgo (domiciliato a Roma in via Pallavicini, 11) e gerente il sig. Allegretti Alfredo di Pio, impiegato presso l’Ambasciata russa.
Nell’autunno del 1918 l’agenzia cessa le pubblicazioni, essendo venuti meno i fondi con cui la sosteneva l’Ambasciata russa.

Fonti archivistiche
PS, 1918, cat. F4, b. 62, f. Ufficio della stampa russa

Agnese Accattoli
Scheda aggiornata al 28 gennaio 2013


Indietro
Statistiche