Russi in Italia

Venezia, Palazzo Volkoff

Matteo Bertelé

Palazzo Volkoff prende il nome dal pittore e scienziato russo Aleksandr Volkov-Muromcev, noto anche con il nome d'arte Alexandre Roussoff, che qui soggiornò, pur se con lunghe pause all'estero, dal 1883 fino alla morte nel 1928. L'edificio, conosciuto anche come Palazzo Barbaro, o con il doppio nome Barbaro-Volkoff dal nome della famiglia veneziana a cui appartenne a lungo, si trova nel sestiere di Dorsoduro al numero civico 351, fra il ponte dell'Accademia e la chiesa di Santa Maria della Salute, ed è affacciato sul Canal Grande, di fianco a un'altra residenza storica veneziana, Ca' Dario.
L'ospite più celebre del palazzo è stata senza dubbio Eleonora Duse, che il pittore conosce negli anni '90 e per la quale organizza una tournée in Russia, dal marzo al giugno 1891. Tornata in Italia, Eleonora Duse decide di trasferirsi a Venezia, ma l'appartamento preso in affitto a Palazzo Contarini-Fasan si rivela inadatto e Volkov-Muromcev le offre un appartamento in un'ala del suo palazzo, separato dal resto dell'abitazione e con ingresso autonomo, dove E. Duse vive per tre anni intorno alla metà dell'ultimo decennio dell'Ottocento. Nel 1893 Volkov-Muromcev esegue un suo ritratto da una foto, ora custodito alla Fondazione Cini a Venezia.


Indietro
Statistiche