Russi in Italia

Montemurlo, Villa Il Galceto

Antonella d'Amelia

 

La villa Il Galceto nel comune di Montemurlo (provincia di Prato), scenograficamente arretrata rispetto alla strada e collocata sotto il Monte Chiesino, è appartenuta dalla fine del XV secolo alla famiglia Temperani, nel Settecento ai Buondelmonti, che la circondano di parco e limonaia, ristrutturandola in stile neocinquecentesco con un’elegante facciata a tre ordini di finestre (anche gli interni conservano la struttura settecentesca e si articolano intorno ad un grande salone con ballatoio, usato dai musicisti durante le feste da ballo).

La villa è stata per un lungo periodo (dal 1863 al 1925) dimora e rifugio della nobile famiglia russa Druckoj-Sokolinskij.

Acquistata nel 1863 dal principe Dmitrij Druckoj-Sokolinskij, la villa ha ospitato per due anni il suocero del principe, conte Arsenij Andreevič Zakrevskij (1783–1865), generale governatore della Finlandia, ministro dell’Interno dell’Impero russo (1828-1831) e generale governatore di Mosca (1848-1859), congedato da Alessandro II nel 1859 e costretto all’esilio a causa dello scandalo suscitato dalla figlia Lidija Arsen’evna (1826–1884), che – prima di ottenere il divorzio dal primo marito, Dmitrij Nessel’rode (1816-1891) – si era sposata con il principe Dmitrij Druckoj-Sokolinskij. In esilio insieme al marito vi vive gli ultimi anni di vita anche Agrafena Fёdorovna Tolstaja (1800-1879), contessa Zakrevskaja, donna di rara bellezza, musa di molti poeti del primo Ottocento – Evgenij Baratynskij, Aleksandr Puškin, Pёtr Vjazemskij. Dopo la morte del conte Zakrevskij, la villa è utilizzata come residenza estiva da Dmitrij Druckoj-Sokolinskij e dalla moglie Lidija, che d’inverno risiedono a Firenze a palazzo Mondragone.

Negli anni Settanta dell’Ottocento vi risiede spesso anche la sorella di Dmitrij Vladimirovič, Ekaterina Vladimirovna Druckaja-Sokolinskaja (1838–1913), sposata al capitano della guardia Edoardo Zucchelli, da cui ha avuto due figli Dmitrij (1868–1895) e Ol’ga (1871–1912) Zucchelli. Da Edoardo Zucchelli “già cantante, poi officiale dell’esercito” e dalla principessa, che è stata sua allieva all’Università di Bologna, si reca in visita nell’estate 1877 Giosuè Carducci (da questa visita del poeta alla villa, definita “bellissima”, Felicita Audisio ha preso il via per ricostruire la storia della famiglia Druckoj in Italia, portando alla luce rari materiali d’archivio).

Qui dal 1905 (il padre le ha regalato la villa) risiede Marija Dmitrievna Druckaja-Sokolinskaja con il marito Guglielmo Cuturi, capitano di cavalleria (1860–1940). Qui dopo la rivoluzione d’ottobre sono ospiti numerosi membri della famiglia, fuggiti dalla Russia bolscevica: Vladimir Andreevič Druckoj-Sokolinskij con la madre Marija Nikolaevna Protasova (1856–1956), la moglie Lidija e il figlio Andrej, Elena Andreevna Druckaja-Sokolinskaja (1889–1963) e molti altri.


Fonti archivistiche

Archivio Massimiliano Majnoni, Pisa. FM. B. 46.3. F. 46.1 Cuturi Enrico, ammiraglio, e moglie Tatiana Drutzkoy.


Bibliografia

M. Visonà, Ville e dimore di famiglie fiorentine a Montemurlo, Firenze, Edam Editore, 1991.

G. Bautdinov, Il generale russo Arsenij Zakrevskij e la sua famiglia dalla corte imperiale alla dimora di Montemurlo // Prato Storia e Arte, giugno 1995. № 86.

I Drutskoj in Italia. Dal 1860 al 1940, a cura di F. Audisio. Firenze: Le Lettere, 2009.

M. Majnoni, “Sopravvivere alle rovine”: Diario privato di un banchiere (Roma 1943–1945) / a cura di M. Viganò. Torino: Nino Aragno editore, 2013.

M.G. Talalaj, Graf Zakrevskij, general-gubernator Moskvy i ×itel’ Toskany. Moskva, Staraja Basmannaja, 2016, pp. 138-150.


24 luglio 2020




Il conte Arsenij Zakrevskij



Lidija Arsen’evna Druckaja-Sokolinskaja



La villa Il Galceto (villa Druscoi) in una cartolina del 1922



Indietro
Statistiche