Russi in Italia

Michail Jakovlevič Asev


Luogo e data di nascita: Belostok, 2 novembre 1889
Luogo e data di morte: Regione di Amur, 6 maggio 1939
Professione: chirurgo, procuratore, diplomatico

S'iscrive all'Istituto psiconeurologico di Pietroburgo. Si trasferisce in Italia per proseguire gli studi, avvicinandosi poi al partito socialdemocratico. Vive a Roma dove ricopre l'incarico di segretario di Boris Vaks (Wax), rappresentante delle cooperative russe in Italia (almeno fino all'ottobre del 1920); è indicato poi come "segretario del rappresentante soviettista Worovski" (Nota della Regia Questura di Roma del 4 dicembre 1920).
Nell'ottobre 1920, avendo smarrito il passaporto, fa richiesta di visto di uscita perché deve tornare in Russia per prendere accordi con l'onorevole Rondani, allo scopo di riavviare la collaborazione e gli scambi tra le cooperative russe e quelle italiane. Il 10 luglio 1921 rientra dalla Russia via Revel' a seguito della Missione italiana dei reduci dalla Russia.
Nella seconda metà degli anni Venti torna in Unione Sovietica, dove lavora prima nel governatorato di Tver' in qualità di aiutante del procuratore. Nel 1927 diventa vice-procuratore del governatorato e poi procuratore della regione di Orenburg e, nel 1930, procuratore della città di Ul'janovsk. Per qualche anno svolge la sua professione all'estero (Mongolia, Iran), richiamato in Unione Sovietica nel 1935. Nel maggio 1936 è nominato procuratore della regione di Amur.
Da inquisitore presto si trasforma in inquisito: nel settembre 1937 è allontanato dal suo lavoro e sottoposto a vessazioni di varia natura; il mese successivo viene arrestato nell'ambito di un'indagine sul discredito delle leggi rivoluzionarie. È dichiarato spia e nemico del popolo ed è accusato di aver preso parte alla cospirazione trockista per rovesciare il potere sovietico. Il 1 aprile 1938 è condannato a morte (sentenza eseguita il 6 maggio 1939). Viene riabilitato nel 1957.

Nota
Nei documenti italiani s'incontra Michele di Giacomo Assief-Assieff-Assiew.

Fonti archivistiche
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Affari generali e riservati, 1921, cat. A11, b. 13, f. Assief Michele di Giacomo n. 39.

Siti consultati
http://www.memo.ru/history/arkiv/op1004.htm#op1-217

Laura Piccolo
Scheda aggiornata al 6 agosto 2013


Indietro
Statistiche