Russi in Italia

Pavel Gustavovič Timan

Paul Thiemann


Luogo e data di nascita: Tartu, 26.8.1881
Professione: produttore cinematografico

Nasce in una ricca famiglia di origine tedesca. Nel 1902 durante un viaggio a Parigi inizia ad occuparsi di cinematografia e ottiene un lavoro alla Gaumont. Inviato dalla società in Russia nel 1904, organizza le riprese di cinegiornali. Nel 1909 lascia la Gaumont e fonda a Mosca una sua casa di produzione cinematografica "P. Timan, F. Rejnhardt i S. Osipov". Il primo film prodotto nel 1909 è Smert' Ioanna Groznogo (La morte di Ivan il Terribile) del regista V. Gončarov. Nel 1912 cambia il nome della società in "Paul Thiemann" e inizia a produrre quei film della "serie d'oro russa" che gli porteranno discreti guadagni; collaborano con lui alcuni grandi registi: Vladimir Gardin e Jakov Protazanov e dopo il 1915 Vsevolod Mejerchol'd, V. Viskovskij, M. Bonč-Tomaševskij, A. Ural'skij. In questi anni lavora con Timan anche il famoso fotografo e regista Giovanni Vitrotti, collaboratore della Ambrosio Film, che gira in Russia due film, oggi perduti, Il prigioniero del Caucaso (dal racconto di Puskin) e Il Demone (da Lermontov).
Con lo scoppio della Prima guerra mondiale per le sue origini tedesche viene internato a Ufa, molti componenti della società sono richiamati alle armi e anche per la concorrenza di altre compagnie, come la Ermol'ev, la società si disperde.
Nel maggio 1917 Timan torna a Mosca, cerca di riprendere la sua precedente attività ma non ha successo; nel 1918 si trasferisce in Germania e quindi in Italia, dove cerca di organizzare una produzione cinematografica con gli emigrati russi. Sposato con Elizaveta Minkwitz, nel 1920 si trova rifugiato con lei a Costantinopoli, bloccato dai bolscevichi e da lì fa richiesta di ingresso in Italia, perché i figli abitano con il nonno materno, Vladimir Minkwitz, a Roma, all'Hotel Flora in via Veneto.
L'ultimo tentativo di far rinascere il suo studio di produzione cinematografica avviene in Francia nel 1920; produce alcuni film con registi russi emigrati che non hanno però successo ed è costretto ad interrompere l'attività.

Film di produzione russa
1909 - Bachčisarajskij fontan, Drama v Moskve, Smert' Ioanna Groznogo
1912 - Uchod velikogo starca, Anfisa
1913 - Muzykal'nyj moment, Noktjurn Šopena, Odin nasladilsja, drugoj rasplatilsja, Razbitaja vasa
1914 - Anna Karenina, Beglec, Krejcerova sonata, Roždestvo v okopach
1915 - Otcy i deti, Plebej
1916 - Vova prisposobilsja, Ego glaza
1917 - V ich krovi my nepovinny, Venčal ich Satana, Pod oblomkami samoderžavija, Černye vorony.

Film di produzione francese
1921 - Za monasturskoj stenoj, Za noč ljubvi, Smysl smerti
1922 - Le Sens de la mort

Nota
Per le sue origini tedesche nella bibliografia di riferimento e nei documenti italiani si incontra come Thiemann, Thiman.

Bibliografia
Jangirov R.M. Pavel Gustavovich Thiemann // Testimoni silenziosi: Film russi 1908–1919 / Silent Witnesses. Russian Films 1908–1919, Pordenone; London: Biblioteca dell’immagine; British Film Institute, 198, pp. 588–590.
Tsivian Yuri, Cinema russo prerivoluzionario, 1908-1919, in Storia del cinema mondiale, v. III, Torino 2000, pp. 187-215.
Russkaja emigracija. Literatura. Istorija. Kinoletopis'. Materialy meždunarodnoj konferencii. Tallin, 12-14 sentjabrja 2002, Jerusalem-Tallin 2004.

Fonti archivistiche
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Affari generali e riservati, 1920, cat. A16, b. 48, f. Thiman Paul e moglie.
Archivio Centrale dello Stato, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Affari generali e riservati, 1921 cat. A16, b. 31, f. (De) Minkwitz Anna e figli.

Giuseppina Giuliano
Scheda aggiornata il 4 gennaio 2019


Una scena di Uchod velikogo starca, diretto da Jakov Protazanov e Elizaveta Thiemann, prodotto da Thiemann e Reinhardt
www.kinokultura.com/articles/jul05-christie.html.



Indietro
Statistiche