Russi in Italia

Marija Sergeevna Dolgorukova


Luogo e data di nascita: Impero russo, 14 dicembre 1846
Luogo e data di morte: Nizza, 1936
Professione: dama di compagnia dell'imperatrice

Figlia del Segretario di stato e governatore di Vitebsk, principe Sergej Alekseevič Dolgorukov (1809-1891), e della contessa Marija Sergeevna Apraksina (1816-1892). Nel 1863 sposa l'aiutante di campo Aleksandr Vasil'evič Dolgorukov (1839-1876), da cui ha tre figli: Ol'ga (sposata Taube; 1865-1961), Alessandro (1866-19191) e Vasilij (1868-1918). Diventa dama di corte dell'imperatrice Aleksandra Fedorovna, moglie di Nicola II. Nel 1897 sposa in seconde nozze il conte Pavel Kostantinovič Benkendorf (1853-1921), generale di cavalleria, aiutante dello zar e dal 1912 senatore.
Vive i drammatici eventi del 1917 a Carskoe selo accanto all’imperatore arrestato; il figlio, generale Vasilij Dolgorukov, è comandante della guardia della famiglia imperiale (li accompagnerà volontariamente a Ekaterinburg e sarà con loro ucciso il 10 luglio 1918). Il figlio maggiore Alessandro, ammiraglio della flotta, è arrestato a Pietrogrado dalla Čeka e nel settembre 1919 fucilato come controrivoluzionario.
I coniugi Benkendorf rimangono a Pietrogrado tre anni in attesa del visto per emigrare, il marito scrive le sue memorie dell’ultimo periodo di servizio presso lo zar, che saranno tradotte in inglese e pubblicate dopo la sua morte (Benkendorff P.K. Last Days at Tsarskoe Selo. London: Heinemann, 1927).
Nel febbraio 1923 finalmente i Benkendorf ottengono il visto per lasciare la Russia, ma appena varcata la frontiera Pavel Konstantinovič si ammala e muore (è seppellito nella tomba di famiglia nella tenuta Fall’ in Estonia). Rimasta sola Marija Sergeevna emigra in Francia e si stabilisce a Nizza, dove passerà la seconda parte della vita.
Nel 1921 è attestata la sua presenza a Roma, dove vive grazie alle sue rendite. Cognata della contessa Ol'ga Benkendorf Guiccioli, residente in piazza Esedra 68; nel settembre 1921 è raggiunta dalla nipote Ol'ga Subbotina, figlia di sua figlia Ol'ga e del genero, colonnello Ivan Ferdinandovič Taube.


Fonti archivistiche
Archivio Centrale di Stato, Roma, Ministero dell'Interno, Direzione generale della Pubblica sicurezza, Affari generali e riservati, 1921, cat. A11, b. 19, f. Soubbotine Olga n. 762.


Nota
Nei documenti italiani s'incontra Maria Benckendorf.
 
Giuseppina Giuliano
Scheda aggiornata il 5 giugno 2020


Pavel Kostantinovič Benkendorf



Indietro
Statistiche