Russi in Italia

Ol’ga Mitrofanovna Arnol’di Ivancova


Luogo e data di nascita: San Pietroburgo, 18 ottobre 1869
Luogo e data di morte: Napoli, 3 agosto 1943
Professione: archeologa, insegnante di lingue, traduttrice

È moglie dello zoologo Nikolaj Aleksandrovič Ivancov (San Pietroburgo, 1863-Napoli, 1927), che soggiorna a Napoli nel 1893, 1895 e 1896 per svolgere ricerche scientifiche presso la Stazione Zoologica "Anton Dohrn". Non sappiamo se in quegli anni fosse già sposato con Ol'ga Arnol'di e se viaggiassero insieme. L'unico dato certo è che nel 1927 la moglie lo raggiunge a Napoli da Mosca, dove viveva in Sretenskij bul'var 6, nel suo ultimo periodo di studio alla Stazione zoologica: arrivato in aprile, lo studioso muore ad agosto e viene seppellito nel Cimitero Britannico alla Doganella.
Nel luglio 1928 O. M. Arnol'di ritorna a Napoli in compagnia della cognata Marija Pavlovna Ivancova, "per provvedere alla esumazione e al definitivo seppellimento della salma del marito". A causa della salute cagionevole riesce ad ottenere un prolungamento del permesso di soggiorno e si stabilisce definitivamente a Napoli. Non farà più ritorno in Russia, ma resta in contatto con alcuni parenti del marito che vivono a Mosca in via Marx-Engels.
All'inizio O. M. Arnol'di vive a casa di Reinhard e Tat'jana Dohrn, cui è legata da profonda amicizia, negli anni cambia tuttavia diversi indirizzi. Soggiorna spesso a Ischia, sempre ospite dei Dohrn nella villa di San Pietro, ma anche a Capri, Castellamare di Stabia e altre località del golfo di Napoli. Si guadagna da vivere dando lezioni private di tedesco e traducendo articoli da riviste straniere, anche se il suo interesse primario è l'archeologia.
Negli anni Trenta lavora per l'Istituto di Archeologia della Reale Università di Napoli e collabora con il Museo Archeologico del capoluogo campano. Conosce alcuni studiosi napoletani specializzati in arte pompeiana, quali il prof. Emilio Magaldi (1906-1993) e Olga Elia (in seguito direttrice degli scavi), nonché lo storico, scrittore e politico Raimondo Annecchino (1874-1954), tutti collaboratori della "Rivista di Studi Pompeiani" (1934-1946), fondata e diretta da Magaldi. Grazie alla buona conoscenza dell'inglese e del tedesco Ol'ga Mitrofanovna collabora alla sezione "Notizie bibliografiche" della rivista recensendo libri di archeologia. A Pompei partecipa agli scavi insieme ad un'altra archeologa russa, Tat'jana Varšer. Nel fondo "Ol'ga Ivancova" conservato presso l'Archivio Storico della Stazione Zoologica "Anton Dohrn" si conservano foto degli scavi e alcune cartoline di T. Varšer.
Tra gli altri conoscenti russi di O. M. Arnol'di si ricordano Marija Rostkovkskaja e sua madre, Ekaterina Vasil'evna Dabiža Rostkovskaja, che le scrivono spesso da Bezzecca tra il 1931 e il 1942, la dottoressa Raissa Charina Marinucci, la pittrice Natalija Ivanovna Marcinkovskaja-Mormone. È in contatto anche con Sela Tannenberg, russa di origini baltiche, trasferitasi a Capri nel 1913 e nota per essere stata l'ultima infermiera del pittore tedesco K. W. Diefenbach.

Nel 1941 O. M. Arnol'di insieme a Serafima Baranovskaja vive in casa Dohrn a via Crispi 105, dove morirà nel 1943 sotto i bombardamenti. Emilio Magaldi, pubblicando postuma l'ultima recensione da lei scritta, la ricorda così:

Nel lungo periodo intercorso fra la pubblicazione dell'ultimo numero della Rivista e di questo la compilatrice della precedente notizia bibliografica è morta, vittima infelice di un bombardamento aereo su Napoli. Nell'atto di pubblicare l'ultimo Suo scritto destinato alla Rivista, inviamo alla memoria della buona, cara e colta Signora, che avemmo attiva collaboratrice, per la parte bibliografica, in questa nostra fatica, un accorato saluto (E. M.).

Pubblicazioni
Olga Iwanzowa, rec. a M. Rostovtzeff, Mystic Italy (New-York 1927), «Rivista di Studi Pompeiani», 1936, fasc. 1, pp. 113-120.
Olga Iwanzowa, rec. a J. Day, Agriculture in the life of Pompei (Yale Classical Studies, 1932), «Rivista di Studi Pompeiani"», 1939, fasc. 1-3, pp. 61-65.
Olga Iwanzowa, rec. a M. Bieber, Der Mysteriensaal der Villa Item (Jahrbuch des deutschen archäologischen Instituts, vol. 43, 1928, pp. 298-330), «Rivista di Studi Pompeiani», 1943, fasc. 1-3, pp. 134-140.

Bibliografia
M. Talalaj, Rossijskij nekropol' v Neapole, Venecii i San-Remo, in Archivio italo-russo II, Salerno, collana di Europa Orientalis, 2002, p. 415.

Fonti archivistiche
Archivio Storico della Stazione Zoologica di Napoli "Anton Dohrn". Fondo Ol'ga Ivancova.

Giuseppina Giuliano
Scheda aggiornata al 15 maggio 2012


Indietro
Statistiche